Via Cavour 36 - 03100 - Frosinone - Italia

Memoria istruttoria integrativa inammissibile anche se depositata nei termini

Tribunale, Frosinone, sez. civile, sentenza 10/10/2014

 

E’ inammissibile il deposito di una memoria istruttoria ex art. 183 c. 6 c.p.c. integrativa, ancorché depositata entro il termine prescritto dalla norma, dovendo ritenersi già consumata detta facoltà al momento del rituale e formale deposito della prima.

Il Tribunale di Frosinone con ordinanza di ammissione dei mezzi istruttori, in un procedimento avente ad oggetto responsabilità professionale medica, offre un significativo precedente pronunciandosi per l’inammissibilità del deposito di una successiva memoria istruttoria ex art. 183 c. 6 n. 2 c.p.c. quale integrazione di una precedente già depositata in atti.

In accoglimento di specifica eccezione dell’attore volta a rilevare l’intervenuta preclusione rispetto al secondo deposito effettuato dal convenuto (il 30°giorno), il Giudice Istruttore si è pronunciato per l’inammissibilità dell’integrazione in ragione del principio di avvenuta consumazione della facoltà con il deposito della prima delle due memorie ex art. 183 c. 6 n. 2 (il 29°giorno).

L’inammissibilità della memoria integrativa, conseguentemente, si riverbera e determina l’inammissibilità ed inutilizzabilità dei documenti ad essa allegati.

Fonte: Altalex