Via Cavour 36 - 03100 - Frosinone - Italia

Rifiuta drogatest e alcoltest e viene denunciato, assolto

Il tribunale di Frosinone ha accolto la tesi difensiva dell’avvocato Dario Simonelli, legale di un quarantenne di Anagni

È stato assolto dal Tribunale penale di Frosinone, in composizione monocratica, F.R. quarantenne anagnino, difeso dall’avvocato Dario Simonelli, denunciato nel febbraio 2020 per non aver voluto sottoporsi all’alcol test e al prelievo ematico mediante accompagnamento in Ospedale finalizzato all’accertamento dell’uso di sostanze stupefacenti o psicotrope.

Nel corso di un controllo effettuato dai Carabinieri lungo la via Casilina nel tratto di Ferentino, veniva fermata l’autovettura del F.R. poiché dal finestrino, uno dei passeggeri, aveva lanciato una bustina risultata poi essere sostanza stupefacente del tipo cocaina.

Dopo i primi controlli veicolari R.F., in quanto conducente del veicolo, è stato invitato a sottoporsi all’ alcoltest e a seguire gli agenti presso il più vicino ospedale per la verifica del possibile uso di stupefacenti alla guida, ma l’indagato si oppose giustificando poi il diniego per la paura di entrare in un ospedale nel periodo di massima diffusione del Covid 19.

Nel corso del processo, al di là delle giustificazioni addotte dall’imputato, non è però emersa nel frangente la disponibilità dell’etilometro da parte degli operanti né l’utilizzo preventivo di apparecchi atti a rilevare l’avvenuta assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope e la sintomatologia a essa relativa.

Secondo il Codice della Strada, infatti, per poter legittimare l’accompagnamento coattivo presso un ospedale e sottoporre un conducente a prelievo ematico, devono essere rispettati alcuni presupposti, inclusa, come non avvenuto nel caso, la rilevazione di elementi sullo stato di alterazione alla guida. L’imputato, con sentenza depositata il 24.11, è stato di conseguenza assolto perché il fatto non sussiste.

Fonte: Frosinone Today